Cronaca

Coronavirus a Napoli, il re delle sfogliatelle è guarito: “Ho vissuto 30 giorni terribili”

È guarito dal coronavirus Salvatore Ferrieri, proprietario i SfogliateLab in piazza Garibaldi e autore della “sfogliacampanella”, ovvero una sfogliatella riccia a forma di campana con un babà all’interno. Il 71enne ha battuto il Covid-19: “Oggi finalmente sono tornato a casa, ma sono felice di poter raccontare l’esperienza vissuta, assistito da medici e infermieri che sono stati i miei angeli”.

Guarito dal coronavirus Salvatore Ferrieri, il re delle sfogliatelle

In una intervista a Il Mattino, il 71enne ha raccontato: “Forse sono stato contagiato dai tanti che arrivavano dalla Lombardia oltre un mese e mezzo fa,  chi può dirlo? Poi il 20 marzo sono iniziate febbre alta e tosse e ora dopo 30 giorni al Loreto Mare è finito il mio calvario.

Ho vissuto 30 giorni terribili per il virus che avevo contratto ma non dimentico chi mi ha fatto sentire come a casa. A partire dal direttore sanitario, ai medici e agli infermieri fino agli inservienti. Sono tutti come una grande famiglia che ti ascolta, ti coccola e ti accudisce in un momento così drammatico”.

Il percorso

“Avevo febbre e tosse, che in pochi giorni sono aumentati. All’inizio sono stato portato al San Paolo, dove sono rimasto solo due giorni. Poi mi hanno dovuto trasferire al Loreto, dove sono rimasto chiuso in una stanza per un mese insieme a un altro paziente. Un’esperienza dura da affrontare, con gli affetti familiari lontani. Sentivo i miei 5 figli solo con videochiamate o messaggi su WhatsApp, grazie alle premure di chi si prendeva cura di me e degli altri ammalati. Persone che ci hanno trasmesso la loro umanità attraverso gli occhi, gli unici che riuscivamo a vedere da quelle mascherine”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button