Cultura ed EventiCuriosità

Igor e Maria Rosaria: i napoletani antirazzisti premiati da Mattarella

Igor e Maria Rosaria: i napoletani antirazzisti premiati da Mattarella con la medaglia Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Igor e Maria Rosaria: i napoletani esempio di antirazzismo

Igor e Maria Rosaria due persone differenti che in comune hanno un tratto: essere napoletani. Poi hanno una caratteristica: non giudicare nessuno per il colore della pelle e detestare chi lo fa. Quest’anno la Presidenza della Repubblica retta da Sergio Mattarella ha voluto dare un segnale molto chiaro nell’ambito del premiare persone che si sono distinte in Italia nel corso del 2018. Così l’Omri, la medaglia Ordine al Merito della Repubblica Italiana sarà assegnata a queste due persone che con la loro spontaneità hanno fatto una grande differenza.

La storia di Igor

Igor Trocchia è allenatore di una squadra del campionato di calcio Esordienti . Nello scorso mese di maggio ha ritirato i suoi baby calciatori del Pontisola (Bergamo) dal campo dopo ripetuti insulti razzisti dei tifosi avversari contro un proprio giocatore minorenne e di colore.


igor


La storia di Maria Rosaria

Maria Rosaria Coppola, sarta e costumista della Rai di Napoli, invece, su un convoglio della Circumvesuviana ha fermato gli insulti razzisti a un ragazzo nero da parte di un giovane napoletano, dicendogli “tu non sei razzista, sei stronzo”. Il riconoscimento di Mattarella avrà la motivazione di “impegno sociale e civile”.


mariarosaria

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button