Cronaca

Immigrato ferito in centro d’accoglienza si risveglia dal coma

NAPOLI. Cinque giorni di coma e poi il risveglio. Questa mattina il 19enne Alagiee Bobb, richiedente asilo del Gambia, ha riaperto gli occhi. Il ragazzo era stato ferito venerdì scorso da un colpo di pistola sparato da uno dei gestori del Centro temporaneo di accoglienza di Gricignano d’Aversa, nel casertano.

Il giovane immigrato è stato ricoverato d’urgenza al Cardarelli di Napoli. Ora dovrà essere sottoposta ad un intervento chirurgico per la rimozione del proiettile, che si è fermato all’altezza della gola. Per pochi millimetri, il proiettile ha rischiato di colpire la colonna vertebrale o il midollo osseo. I medici non nascondono eventuali danni permanenti.

 

Aggressore in attesa dell’udienza

 

Bobb, immigrato dal Gambia, ha subito anche la rottura completa della mandibola e la perdita di quasi tutti i denti. Questi sono stati tra l’altro riaccolti dagli amici, anche loro ospiti nel centro d’accoglienza di Gricignano, per un eventuale futuro reimpianto.

Nel frattempo Carmine Della Gatta, l’uomo di 43 anni che ha premuto il grilletto contro il giovane immigrato, è in carcere in attesa di conoscere la data della prima udienza che si terrà al Tribunale del Riesame di Napoli.

 

Foto da Ansa.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button