Cronaca

Incidente a Capri: il racconto di Serena e Sara: “Su quel bus pensavamo di morire, non torneremo sull’isola”

"Per adesso non ci pensiamo a tornare ma col tempo speriamo di superare questo trauma" raccontano le due giovani campane

L’incidente del bus a Capri raccontato da Serena Gallo e Sara Castiello, due giovani campane rimaste ferite nel terribile schianto. Le due 22enni, in vacanza sull’isola azzurra, erano sedute l’una accanto all’altra quando il bus è finito contro la ringhiera. Ora sono entrambe ricoverate in ospedale e hanno raccontato quanto hanno vissuto a Il Mattino.

Capri: Sara e Serena racconta l’incidente del bus

Eravamo in fondo al bus e Serena si era alzata per far accomodare un’anziana“, racconta Sara. “Ho visto la ringhiera avvicinarsi sempre di più e, a un certo punto, ho chiuso gli occhi per la paura” continua Sara, originaria di Castel San Giorgio. “Ho sentito tanti rumori fino a che c’è stato silenzio. Riaprendo gli occhi, non ho più visto Serena“.

Pensavamo di morire

Le due amiche hanno pensato di morire. “Prima di cadere, ho cercato di voltarmi per incrociare lo sguardo di Sara, ero preoccupata per lei ma non sono riuscita a vederla” racconta Serena, di Nocera Inferiore, che ha perso i sensi durante la caduta. “Dopo l’impatto, mi sono alzata in piedi e ho cercato Serena – racconta Sara -. Sono uscita fuori e credo di non essermi neanche resa conto di calpestare altre persone, finché l’ho vista a terra, ricoperta di sangue e ho cominciato a urlare“.

Non torneremo sull’Isola, almeno per il momento

Sara, studentessa di Tecnologie alimentari, e Serena, consulente commerciale, stavano per cominciare una vacanza di quattro giorni a Capri. “Per adesso non ci pensiamo a tornare ma col tempo speriamo di superare questo trauma“.

Articoli correlati

Back to top button