Cronaca

Tragedia a Ischia, chi è la prima vittima del nubifragio sull’Isola

La prima vittima del nubifragio

Si chiamava Eleonora Sirabella la donna morta ad Ischia, prima vittima accertata del nubifragio avvenuto sabato 26 novembre 2022 sull’isola. Si cercano ancora dispersi dopo che nella mattina di sabato 26 novembre, si sono registrate una serie di frane che hanno spazzato via case e abitazioni. Dalle 5 un nubifragio ha interessato l’Isola, provocando allagamenti e smottamenti.


ischia-donna-morta-chi-e
Eleonora Sirabella

A Casamicciola una frana ha travolto una casa, sono in corso le ricerche di eventuali dispersi, mentre un’auto è stata trascinata in mare con i due occupanti che sono stati tratti in salvo. Inviate squadre e sommozzatori in rinforzo da Napoli.


Ischia, chi è la donna morta nel nubifragio

Ischia è in ginocchio a causa del maltempo che ha visto perdere la vita ad una donna. Si tratta di Eleonora Sirabella, 31enne originaria di Casamicciola. Questa mattina sarebbe stata travolta dal fango. Il corpo individuato e recuperato in piazza Maio, ha lasciato poche speranze ai soccorritori che hanno potuto solo constatarne il decesso. L’identificazione è avvenuta in serata, dopo che per ore altri nomi erano rimbalzati, in particolare quello di una cinquantenne di origini bulgare.


ischia-donna-morta-chi-e
Eleonora Sirabella

La donna, 32 anni il prossimo gennaio, era originaria di Lacco Ameno. Viveva nella parte alta di Casamicciola, zona Rarone, vicino all’area da dove è partita la frana che ha travolto tutto. Con lei il marito, ancora disperso. Lui lavora sulle navi, lei era una commessa. Il corpo della giovane è stato trovato qualche centinaio di metri più giù, in piazza Maio. Ad aiutare i soccorritori a dare un’identità a quel corpo è stato il parroco don Gino Ballirano, che ha riconosciuto la borsa della donna.


Nubifragio di Ischia, De Luca chiede stato di calamità: “Ringrazio il presidente Meloni”


Il tentativo del padre di Eleonora

Eleonora Sirabella aveva chiesto aiuto al padre. Lo aveva chiamato più volte e l’uomo si era precipitato sul posto, senza però riuscire a salvare la figlia dal tragico destino. L’uomo è stato bloccato da un enorme fiume di fango che si frapponeva tra la strada e l’abitazione dove c’era la figlia. Ha tentato, invano, di raggiungerla. Stando a quanto è emerso finora, la ragazza si sarebbe accorta del pericolo imminente e avrebbe subito contattato telefonicamente i familiari con il cellulare.

La titolare del negozio in cui Eleonora lavorava da alcuni anni come commessa ha raccontato al Tg1: “Era una ragazza bellissima, piena di gioia. Quando mi vedeva mi salutava tutta allegra ‘signora Annamaria‘

Salva famiglia con neonato

C’è anche una buona notizia. È stata tratta in salvo la famiglia composta da madre, padre e neonato. Erano tra i dispersi da diverse ore, ma i soccorritori sono riusciti a metterli in salvo.

La premier Meloni segue il dramma di Casamicciola

Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il Ministro Musumeci, il Dipartimento della Protezione civile e la Regione Campania per seguire l’evoluzione dell’ondata di maltempo che ha colpito Ischia. Il Governo esprime vicinanza ai cittadini, ai Sindaci dei comuni dell’isola d’Ischia e ringrazia i soccorritori impegnati nella ricerca dei dispersi.

L’ordinanza: “Non uscite da casa”

Il commissario straordinario di Casamicciola Terme e i sindaci degli altri 5 comuni dell’isola d’Ischia hanno emanato un’ordinanza collegiale diretta ai cittadini con la quale chiedono di non uscire dalle proprie abitazioni per non intralciare le operazioni di soccorso. Quasi tutta Casamicciola è completamente bloccata alla circolazione stradale, le zone di Piazza Maio, via Celario e piazza Bagni sono isolate e invase dal fango e dai detriti.

I soccorsi della Protezione Civile

Le squadre della Protezione civile regionale sono all’opera dall’alba di questa mattina sull’Isola di Ischia per supportare i soccorsi alla popolazione rimasta colpita dalle frane che hanno interessato Casamicciola e altri punti dell’isola.

Altri volontari, della Sma Campania e delle unità cinofile coordinati dalla Sala operativa regionale stanno arrivando da tutta la Campania dotate di mezzi di soccorso: pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata. Il Presidente De Luca e il direttore della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, partecipano al Centro Coordinamento Soccorsi convocato in Prefettura.

Al momento risultano interrotti i collegamenti via mare per Ischia da Napoli. Sono garantite solo le corse da Pozzuoli prioritariamente per le squadre di soccorso. Altri volontari sono stati inviati al centro Operativo Comunale istituito dal Commissario Prefettizio. L’Asl Napoli 2 ha immediatamente attivato l’elisoccorso.

L’allerta meteo in Campania

L’allerta, per quanto riguarda il rischio idrogeologico è di livello:

  • Arancione sulle zone 1, 2,3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, Alto Volturno e Matese, Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini)
  • Gialla sul resto della regione.

Su tutta la regione, indipendentemente dalla zona, vige anche una allerta per venti forti con raffiche e mare molto agitato lungo le coste esposte. Dalle 21 di oggi fino alle 18 di domani, domenica 27 novembre:

  • ​​Arancione sulla zona 1 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana)
  • Gialla sul resto della regione​

In dettaglio, sulla zona 1, dal pomeriggio di oggi rinforzeranno i venti e il moto ondoso. Sono previste ancora precipitazioni, anche a carattere di rovescio, soprattutto durante la notte.

Fino alle 18 di domani, su tutta la regione, indipendentemente dalla zona, vige ancora una allerta per venti forti con raffiche e mare molto agitato lungo le coste esposte.

Articoli correlati

Back to top button