Cronaca

Ischia, nuovo positivo al coronavirus: “Assoluta mancanza di controlli”

C’è tanta rabbia ad Ischia dopo aver appreso la notizia del nuovo caso di contagio da coronavirus. C’è aria di protesta tra albergatori, gestori di lidi privati e addetti al trasporto pubblico sia terrestre che marittimo, che denunciano l’assoluta mancanza di controlli nei luoghi pubblici e agli imbarchi.

Ischia, l’ira degli albergatori dopo il contagio

L’allarme arriva anche dall’europarlamentare Giosi Ferrandino che sollecita la Regione a ripristinare i controlli nei porti della terraferma, per evitare spiacevoli sorprese nel pieno di una estate che per l’economia turistica del golfo di Napoli è già segnata da una crisi senza precedenti.

«Albergatori, ristoratori e gestori di spiagge private – recita una nota di categoria – hanno predisposto tutti i controlli previsti dai protocolli sanitari. Abbiamo sopportato ulteriori spese in un momento di crisi e abbiamo fatto a meno di maggiori introiti rinunciando ad aprire parchi termali. Abbiamo chiuso le sale da pranzo e in generale abbiamo creato le condizioni per il giusto distanziamento sociale. Ebbene, a fronte di questo sforzo, in strada si creano assembramenti incredibili, sulle spiagge libere si sta l’uno addosso all’altro e sui traghetti quasi nessuno rispetta più le norme di sicurezza. Le regole che noi rispettiamo e facciamo rispettare sono completamente disattese su autobus e navi e nei luoghi pubblici».

Articoli correlati

Back to top button