Cronaca

Ischia, la Procura apre un’inchiesta per disastro colposo

Nel registro degli indagati non ci sono ancora nomi

La Procura di Napoli ha avviato un’inchiesta sulla frana di Ischia per disastro colposo. Il materiale che i droni stanno reperendo sarà sottoposto al vaglio della magistratura.

Ischia, aperta inchiesta per disastro colposo

La procura di Napoli ha aperto un fascicolo d’inchiesta sulla frana di Casamicciola che ha provocato morti e ingenti danni materiali. L’ipotesi di reato è quella di disastro colposo, ma ancora non c’è alcun nome iscritto nel registro degli indagati. Questo è il primo atto formale.

La Procura procederà ad una serie di accertamenti, verranno ascoltati testimoni, si procederà ad acquisizioni e, eventualmente, sequestri. La parte più significativa dell’indagine sarà di carattere burocratico-amministrativo: si tratta infatti di passare al setaccio tutta una serie di pratiche edilizie per verificarne la regolarità e, soprattutto, vagliare la documentazione presente presso gli uffici comunali di Casamicciola, anche con riferimento a sanatorie e condoni.

Accertamenti sul Comune di Casamicciola

Uno degli aspetti da chiarire è se quella parte alta del Comune di Casamicciola dove si è verificato il crollo fosse considerato a rischio dal punto di vista idrogeologico e se la sua urbanizzazione fosse regolare. Fin da subito, associazioni ambientaliste e non solo hanno puntato il dito contro l’abusivismo nell’isola come il fattore che ha determinato, o fortemente contributo a provocare il disastro.

Articoli correlati

Back to top button