Cronaca

Nelle isole pugliesi si parla il napoletano: ecco dove e perché

L’arcipelago delle isole Tremini e quello di Pelagosa, un tempo, facevano parte della provincia di Foggia, in Puglia. Oggi sono di proprietà della Croazia e nascondono una strana particolarità: i residenti parlano un misto tra il dialetto napoletano e ischitano!

Isole Tremiti: le isole pugliesi dove si parla il napoletano

Per secoli, le isole Tremiti e Pelagosa erano state ridotte a luoghi di confino: dopo numerosi tentativi di popolare queste isole da religiosi inviati da Roma, nel 1783, Ferdinando IV di Napoli, ci istituì  una colonia penale, di cui ancora oggi si possono ammirare i resti.

Il re riempì le isole Tremiti di guappi e vagabondi.

Nel 1843, Ferdinando II delle Due Sicilie, decise di ripopolare le isole col fine di incrementare la popolazione e contribuire allo sviluppo inviando dei pescatori provenienti da Ischia, esperti nello sfruttamento delle aree marittime.

Fu così che i pescatori ischitani sbarcarono sulle isole di Tremiti e Pelagosa.

Gli ischitani che si insediarono in queste isole, conobbero i nipoti e pronipoti degli ex galeotti. Ecco perchè il suono del loro dialetto è molto affine al nostro napoletano e ischitano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button