Cronaca

Torre del Greco, l’Istituto nautico senza sede

Confitarma lancia un appello: continuare a fare lezione nel luogo in cui ha le strumentazioni adeguate

L’Istituto nautico di Torre del Greco sta per perdere la sua sede storica, e Confitarma lancia un appello affinché, almeno fino a quando non sarà pronta una nuova struttura, possano continuare le lezione nel luogo in cui ha le strumentazioni adeguate alla formazione che garantisce.

L’Istituto Tecnico Nautico Cristoforo Colombo di Torre del Greco sta per perdere la sua sede storica

Al centro della vicenda c’è l’Istituto Tecnico Nautico Cristoforo Colombo, storica realtà di Torre del Greco, che deve lasciare l’edificio nella villa comunale della cittadina in corso Vittorio Emanuele, di proprietà dell’Asl Napoli 3 Sud che l’ha avuta assegnata dopo una querelle giudiziaria e ora chiede la restituzione dell’immobile o il pagamento di un fitto.

Nel 2020 era stato individuato come sito possibile un silos dismesso degli ex Molini meridionali Marzioli. Invece ora, secondo quanto riferisce Confitarma, non ci sono “certezze sulla prosecuzione delle attività didattiche del prossimo anno scolastico.

L’appello di Confitarma

Confitarma, nell’esprimere solidarietà agli oltre 500 studenti e ai docenti del Cristoforo Colombo, testimonia l’indispensabile funzione degli Istituti Tecnico Nautici per la diffusione della cultura marittima nel nostro Paese, specie in un territorio a forte tradizione marinara quale è la Campania”, si legge in una nota.

Al fine di tutelare il diritto allo studio di tanti giovani che frequentano l’Istituto Tecnico Nautico di Torre del Greco e che vogliono intraprendere le carriere del mare – dice Angelo D’Amato, presidente del Fondo Nazionale Marittimi e vice presidente del Gruppo Tecnico Risorse Umane e Relazioni Industriali di Confitarma – auspichiamo che, in attesa della disponibilità di una nuova sede, sia possibile continuare a operare nell’attuale edificio ove l’Istituto può disporre di preziose strumentazioni tecniche, simulatori e di tutto il materiale didattico necessario per garantire la qualità dell’insegnamento”.

E’ fondamentale assicurare la continuità didattica e preservare l’istruzione dei futuri professionisti del mare nel territorio di Torre del Greco che, da sempre, rappresenta il bacino da cui provengono numerosi lavoratori marittimi che ogni giorno s’imbarcano a bordo delle nostre navi – afferma Salvatore d’Amico, presidente Gruppo Tecnico Education e Capitale Umano di Confitarma – tanto più che, nell’attuale momento storico, è crescente l’allarme per la carenza ormai strutturale di Ufficiali italiani rispetto alla domanda di tali figure professionali da parte delle compagnie di navigazione”.

Articoli correlati

Back to top button