Cronaca

Macchina del fango sui tre napoletani scomparsi in Messico

NAPOLI. Gli inquirenti messicani da subito hanno tentato di gettare fango sulla vicenda dei tre napoletani scomparsi: ieri, però, è stato toccato il fondo. Sono state diffuse alcune fotografie private di Antonio Russo, di suo fratello Daniele e di Vincenzo Cimmino, il cugino, in compagnia di presunti esponenti della malavita. Riporta la notizia Il Mattino.

L’opinione della conduttrice

Denise Maerker, nota conduttrice del tg di Televisa News, alla conclusione del servizio ha sottolineato: «Nessuna fotografia e nessuna presunta collusione con la malavita potrà impedire alle autorità di proseguire le ricerche degli scomparsi e andare a caccia della verità». In sintesi, la macchina del fango non servirà a giustificare indagini che vanno a rilento.

Le fotografie

Dalle analisi svolte sulle fotografie dagli investigatori messicani è emerso che, nelle immagini dove è ritratto Antonio russo, compare un volto noto della malavita locale di Jalisco: questo dettaglio, tuttavia, non aggiunge nulla alle indagini.

Articoli correlati

Back to top button