Politica

Marano, Fanelli (Si): “Diritto alla casa sia un diritto per tutti”

MARANO DI NAPOLI. Incontro al Comune per discutere di politiche abitative e di soluzioni per gli sgomberi annunciati da IACP.

Fanielli: “Casa diritto per tutti”

“Accolte le nostre proposte e dato seguito alle nostre denunce”. Lo ha dichiarato Stefania Fanelli, Coordinatrice Sinistra Italiana Marano.

“Ieri, 29 maggio alle ore 15,  in Sala Giunta del comune di Marano abbiamo incontrato i commissari Di Menna e De Caro, nonché il dirigente e la funzionaria al patrimonio ing. Di Pace e arch. Mucerino, la responsabile dei servizi sociali la dottoressa Maria Pia Russo – prosegue Fanelli -. A seguito della nostra denuncia in merito alla missiva inviata da IACP, che annunciava sfratti forzati per gli inquilini morosi, l’ente ha preso immediati contatti con IACP e Regione Campania per evitare di dar luogo agli sgomberi per le famiglie morose in condizioni di indigenza. Nelle prossime ore ci sarà un ulteriore incontro in Regione, tra il dirigente ed il commissario con i funzionari regionali, per valutare una serie di proposte a partire da una congrua rateizzazione. Abbiamo riportato quanto in questi anni abbiamo denunciato e proposto in merito alle attuali occupazioni degli alloggi popolari. Durante l’incontro , si è discusso molto sulla proposta che da anni stiamo portando avanti, al punto che già esiste una delibera di destinazione di un fabbricato confiscato alla camorra ad emergenza abitativa, il riutilizzo di immobili confiscati alla criminalità organizzata o sequestrati per abusivismo edilizio ed acquisiti a patrimonio comunale per dare risposte al fabbisogno abitative. Proposte totalmente accolte durante l’incontro di ieri, al punto che si è dato vita ad un aggiornamento costante sulla ricognizione dei beni confiscati, sequestrati ed alloggi popolari. Occorre pero che al più presto la commissione provinciale pubblichi la graduatoria di chi ha aderito al bando assegnazione alloggi popolari del 2014. Un ritardo vergogno della giunta Liccardo prima, a cui si è aggiunto la estrema e colpevole lentezza della commissione provinciale. In questi giorni ci saranno nuovi incontri e nuove sollecitazioni da parte del dirigente e del commissario affinché si pubblichi quanto prima la graduatoria L’incontro è stato proficuo ed importante ma ci lascia sempre l’amaro in bocca. Ci viene in mente Paolo Pazzaglia e la storia del cavalluccio rosso.Ogni volta dobbiamo ricominciare daccapo per la totale carenza strutturale dell’organico dell’ufficio patrimonio. Stavolta però vogliamo partire da quanto già fatto non per sventolare la bandiera della vittoria, insieme al compagno Gaetano Oliva, di Federinquilini, ma per dare qualche risposta a chi vive in profonde condizioni di povertà e disagio abitativo. Vogliamo continuare a dare voce alla parte più fragile di questa città e dopo l’incontro di ieri, nonostante l’amaro in bocca, le condizioni sembrano esserci tutte. Ancora una volta, con Gaetano Oliva, non molliamo e non arretreremo di un passo per garantire che il diritto alla casa sia un diritto per tutti”, conclude Fanelli.

Articoli correlati

Back to top button