Cronaca

Marco Bentivogli della Fim Cisl sulla mancata fusione Fca-Renault: nazionalismo francese contro assenteismo italiano

Non le manda a dire Marco Bentivogli, segretario generale della Fim Cisl, per quanto riguarda la mancata fusione Fca-Renault. Gli operai di Pomigliano continueranno ad aspettare.

Marco Bentivogli sulla mancata fusione Fca-Renault

il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli commentando il ritiro della proposta di Fca ad una fusione con Renault:

Il nazionalismo francese e l’assenza del Governo Italiano hanno fatto saltare tutto. Il confronto tra Fca e Renault per una possibile fusione che avrebbe dato luogo al terzo gruppo al mondo di automotive, era già partito in modo squilibrato.

La colpevole quanto ingiustificata e totale assenza del governo italiano, ha disallineato il confronto tra i due gruppi.

Da una parte con Renault. Aveva dalla sua, oltre alla partecipazione dello Stato al 15% il governo impegnato in prima linea con il primo ministro Macron e il Ministro delle Finanze Le Maire.

Per l’Italia solo l’azionista privato. Senza il minimo interesse, né dichiarazioni di interesse alla partita da parte del Ministro dello Sviluppo Economico né tantomeno del premier Conte.

Questo, sottolinea Bentivogli:

Ha creato le condizioni per un confronto del tutto proteso per parte francese. Una vicenda che ha dell’incredibile, è pazzesco che Palazzo Chigi non abbia minimamente accarezzato l’idea di partecipare al confronto.

Era un’operazione industriale così delicata quanto importante sul piano industriale quanto economico, a livello nazionale e globale per gli impatti che avrebbe avuto sull’intero settore e sulla prospettiva.

Articoli correlati

Back to top button