Cronaca

Mare inquinato a Posillipo, chiazze marroni in acqua: scoperto chi inquina

Ennesima segnalazione per mare inquinato. Questa volta, la denuncia proviene da Posillipo, nota località turistica della Campania. Una sporcizia anomala, che ha fatto muovere anche l’Arpac, intervenuta con dei rilievi martedì in tutta la zona, Marechiaro compresa, dove «le acque sono sempre più torbide dicono dall’associazione del Borgo E continua uno scarico abusivo dal Porticciolo assente durante la quarantena».

Mare inquinato a Posillipo

All’emergenza «mare torbido» ha contribuito la rottura di una fogna a valle di Parco Ruffo nei giorni scorsi, con l’Abc che è intervenuta già sabato, realizzando un «impianto di pompaggio provvisorio per evitare sversamenti in mare», spiegano dall’azienda.

Nell’ultima settimana c’è stato un netto peggioramento dello stato delle acque. Marechiaro è un incrocio di correnti, ma stiamo notando un mare più torbido, che sicuramente dipende da fuoriuscita di liquami da tubature.

Sulle cause e le concause del mare inquinato di Posillipo si esprime anche il presidente della Municipalità I, Francesco De Giovanni: «Si è sicuramente intoppato uno scarico fognario a valle di Parco Ruffo la scorsa settimana racconta E c’è stato un troppo pieno che ha scaricato in acqua, così come mi ha spiegato l’Abc, intervenuta prontamente per i lavori. Quanto al resto, delle ristrutturazioni in zona ci sono in questi giorni, e se c’è qualcuno che sta scaricando a mare va punito. Chiederemo in merito controlli alla Guardia Costiera e alla Capitaneria».


Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button