Cronaca

Una napoletana tra le donne che hanno isolato il virus: “Notti al microscopio, poi i salti di gioia”

C’è anche Maria Rosaria Capobianchi tra le done del team che hanno isolato il coronavirus. La 67enne originaria di Procida è la coordinatrice del team quasi interamente rosa che ha stanato l’agente infettivo responsabile di migliaia di contagi e circa 300 morti.

L’impresa di Maria Rosaria Capobianchi

“Quando lo abbiamo visto al microscopio e abbiamo capito che era proprio lui, in reparto ci sono stati salti di gioia – ha raccontato al Corriere della Sera, sottolineando l’importanza del marito – Ha tollerato le mie assenze, i continui viaggi, il ritorno a casa in orari improbabili. Ha capito quanto fosse importante per me poter coccolare le mie cellule”.

Un’altra donna del Sud

Nella squadra coordinata dalla Capobianchi c’è anche Concetta Castilleti, 56enne e ragusana: “A casa sono abituati a vedermi impelagata nelle emergenze. Non ricordo una vita diversa da questa. È stato sempre così”.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto