Cronaca

Veline, rap e champagne per il party del figlio del boss | Polizia indaga su titolari e ospiti

Massimiliano Esposito junior: possibili guai per la festa di 18 anni sui social interrotta dagli agenti di Polizia lo scorso 22 giugno

Una settimana fa Massimiliano Esposito junior, figlio del padrino Massimiliano o scognato e di Matilde Nappi ha festeggiato 18 anni con champagne, buffet, cantanti neomelodici, ballerine sudamericane, tappeto rosso e dj. Una festa senza rinunce i cui momenti sono stati diffusi via social e le cui immagini potrebbero ritorcerglisi contro come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Massimiliano Esposito junior e la festa di 18 anni sui social

La sera dello scorso 22 giugno gli agenti del commissariato Bagnoli, su segnalazione della centrale operativa, si sono recati in via Di Niso dov’era in corso una festa in strada. Quando le volanti sono arrivate sul posto, decine di persone sono scappate per evitare sanzioni. Finiti nei guai un cantante neomelodico e il suo manager che non hanno fatto in tempo a dileguarsi. Sono stati sanzionati per aver organizzato uno spettacolo senza rispettare le normative in vigore per evitare assembramenti.

Le immagini sui social

Sui social, prima dell’arrivo degli agenti, venivano riprese in diretta le scene di una festa senza rinunce. A proposito di video: qualche mese fa fece discutere uno in cui Massimiliano junior insieme ad alcuni amici, scimmiottavano, con auto di lusso, ragazze ingioiellate e finanche una pistola, presumibilmente scenica, le gesta dei boss. Una passione che, però, ora, potrebbe avere delle serie conseguenze. Nel caso, non sarebbe la prima volta che un membro della famiglia Esposito finisce sotto la lente d’ingrandimento per un uso improprio della rete.

Articoli correlati

Back to top button