Politica

Mattarella: “Chiudere i confini è irrazionale. Schengen non in discussione”

“Vi sono molte cose che contrassegnano l’Unione europea ,ma, a mio avviso, ce ne sono due che ne esprimono appieno l’anima: Erasmus e Schengen. Ormai i nostri giovani si sentono europei e il poter viaggiare liberamente in Europa è per loro un dato irrinunciabileMetterlo a rischio è poco responsabile. Parlare di chiusura dei confini, in un momento in cui tutto dovrebbe indurre a una maggiore razionalità nell’analizzare e di conseguenza governare il fenomeno migratorio,è da evitare”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la visita di Stato a Tallin dalla presidente della Repubblica di Estonia, Kersti Kaljulaid.

“Parlare di confini da chiudere non è razionale”

“Dalla metà del 2017 alla metà del 2018, gli arrivi in Italia attraverso il Mediterraneo sono diminuiti dell’85%. La pressione si è abbassata e questo dovrebbe consentire a tutti i governi” di affrontare il nodo delle migrazioni “con razionalità e senza cedere all’emotività. Parlare di confini da chiudere – ha ammonito in conclusione Mattarella – non è razionale, ma risponde all’emotività subita o suscitata. La responsabilità politica richiede invece razionalità e governo comune del fenomeno. Una cosa possibile che abbiamo il dovere di fare”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button