Politica

Mattonella colpisce bambina, l’assessore: “Episodio grave”

NAPOLI. In merito alla vicenda della mattonella che ha colpito un allieva dell’IC 13° S. Ignazio di Loyola l’assessore Annamaria Palmieri si è espressa in una nota.

Il commento dell’assessore

“Si tratta di una cosa di gravità inaudita, che mi addolora e mi sorprende. Nei prossimi giorni voglio incontrare la madre e la bimba per abbracciare entrambe. Ma devo dire che appena ho saputo (ieri sera) dal consigliere municipale Santoro dell’accaduto, ho immediatamente richiamato il Servizio Tecnico della V municipalità, che ha responsabilità sulla manutenzione ordinaria e straordinaria, a intervenire nei luoghi e anche a relazionarmi nel dettaglio, visto che appena un anno fa, su proposta dello stesso Servizio Tecnico, la Giunta comunale di cui sono parte, con la delibera n. 63 dell’8/2/2017, ha impegnato un importo di 43.743 euro per lavori di estrema urgenza relativi proprio al 13° c: D. “S. Ignazio di Loyola. A riprova della nostra attenzione. Non solo: la nostra amministrazione ha portato a risoluzione tra il 2015 e il 2017 lo scandalo della Musto Fedro, ovvero di una scuola, situata di fronte al 13° Circolo, che le amministrazioni precedenti a de Magistris avevano incredibilmente costruito in modo abusivo, senza acquisire il suolo di proprietà dei Gesuiti e che era perciò sottoposta da anni a sequestro. Per poterla restituire al territorio, abbiamo prima con una transazione con la proprietà devoluto un mutuo e acquistato il suolo per circa 600.000 euro, sanando il contenzioso che durava da un decennio e che le consiliature del PD ci avevano lasciato in eredità; poi abbiamo lo scorso anno pagato le spese legali e firmato il contratto e infine stiamo predisponendo le azioni per la conclusione dei lavori rimasti in sospeso. Tutto questo perché pur nelle difficoltà finanziarie la nostra amministrazione sa riconoscere la scuola come una priorità vera e non la strumentalizza a fini propagandistici. Con il presidente della Commissione scuola, Luigi Felaco, prevediamo di attivare a breve un tavolo di Commissione con tutte le scuole del territorio per destinare gli ambienti della nuova scuola ai bambini e alle bambine da 0 a 13 anni, appena si avrà certezza della conclusione dei lavori e dei collaudi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button