Cronaca

Maturità 2018, notte prima degli esami: i consigli e le informazioni utili

NAPOLI. Si avvicina la notte prima degli esami per migliaia di studenti a Napoli, in provincia e in tutta Italia. Gli esami di maturità 2018 inizieranno domani, mercoledì 20 giugno, e saranno anche i penultimi a svolgersi seguendo la modalità che ormai in molti conoscono: tre prove scritte e un colloquio orale.

Dal 2019, infatti, l’esame di maturità cambierà radicalmente in seguito alle innovazioni appostate dalla “Buona Scuola” varata dal governo Renzi. Dal prossimo anno gli studenti italiani si troveranno di fronte a due prove scritte a nuovi criteri di ammissione.

Maturità 2018, tutto quello che c’è da sapere

In vista della notte prima degli esami, fatta di ansie, paure ma anche di tanta voglia di affrontare il futuro, ecco tutte le informazioni utili e i consigli che riguardano gli esami di maturità 2018.

Quali tracce possono “uscire”?

L’esame di maturità 2018, come sempre, comincerà con la cosiddetta prima prova, quella di italiano. Ci sono quattro tipologie di tracce fra cui scegliere:

  • analisi del testo
  • saggio breve o articolo di giornale (a tema artistico-letterario, tecnico-scientifico, storico-politico o socio-economico)
  • tema storico
  • tema di attualità

In questi giorni, naturalmente, si parla molto dei possibili argomenti della prima prova: da Gabriele D’Annunzio, morto 80 anni fa, alla promulgazione delle leggi razziali del 1938, tema di grandissima attualità.

Gli orari degli esami di maturità

Per la prima prova della maturità gli studenti avranno a disposizione al massimo sei ore: si potrà consegnare ed uscire dall’aula anche prima, ma bisognerà comunque aspettare che ne siano trascorse almeno tre dall’inizio, previsto per le 8,30 del mattino.

Si può usare il dizionario agli esami di maturità?

Capitolo “dizionario”: gli studenti potranno portare soltanto il dizionario di italiano. Il Miur ha ribadito che saranno vietati «cellulari, smartphone, PC e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini».

I professori della commissione esaminatrice

Per conoscere i nomi dei professori che comporranno la commissione esaminatrice, basta seguire le indicazioni esposte in quest’articolo.

Le date delle altre prove

La seconda prova dell’esame di maturità sarà giovedì 21 giugno e riguarderà una materia diversa in base al corso di studi. I diversi tipi di prove hanno anche diverse durate: al liceo classico, per esempio, il limite massimo è di quattro ore, all’artistico si hanno a disposizione fino a 6 ore al giorno, per tre giorni.

Curiosità

Attenzione: non chiamatela “Maturità”. Il nome ufficiale della prova è esame di Stato di istruzione secondaria di secondo grado (o anche esame di Stato del secondo ciclo). L’esame di maturità di quest’anno riguarderà 509.307 studentesse e studenti, 25.606 classi e 12.865 commissioni d’esame.
Secondo i dati diffusi dal MIUR, nel 2017, il 96,1 per cento degli studenti scrutinati era stato ammesso all’esame. Il 99,5 per cento degli esaminati era stato promosso, con l’1,2 per cento dei candidati che aveva ottenuto il voto di 100 e lode. Il 5,3 per cento degli ammessi aveva preso 100, il 28,6 per cento aveva ricevuto un voto compreso fra 71 e 80.

Per gli studenti che vogliono trascorrere la notte prima degli esami in compagnia dei compagni di classe, qui c’è un video che potrebbe aiutare in caso di mancanza di idee.

Articoli correlati

Back to top button