Cronaca

Si rifiuta di praticare un aborto, medico obiettore licenziato

GIUGLIANO IN CAMPANIA. Per non eseguire un aborto d’urgenza un medico si sarebbe dichiarato obiettore.

L’intervento è stato compiuto da un suo collega e il ginecologo è stato licenziato dall’Asl Napoli 2 Nord. Il fatto, come ripoortato da quotidiano la Repubblica è avvenuto lo scorso luglio all’ospedale “San Giuliano” di Giugliano Lo riporta l’Ansa.

Medico obiettore a Giugliano

Protagonista della vicenda, suo malgrado, una donna alla 18ma settimana di gravidanza. La donna colta da malore si reca in ospedale e le sue condizioni avrebbero consigliato un intervento urgente.

Ma il ginecologo presente in corsia si sarebbe dichiarato obiettore, tanto da dover richiedere l’intervento di un altro specialista.

Portato a termine l’intervento, quest’ultimo ha riferito ai vertici dell’Asl quanto accaduto. Il dg dell’Asl Antonio D’Amore ha detto il medico, sentito dopo i fatti dagli organismi competenti, non si è mai detto obiettore: “Noi abbiamo il dovere di vigilare e di prendere le decisioni a tutela dei pazienti”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto