Cronaca

Morta dopo una operazione, tre persone rischiano il processo

TORRE ANNUNZIATA. Morì per quella che viene ritenuta una inutile operazione alla milza. A distanza di due anni finiscono a processo medici e assistenti ritenuti responsabili dell’intervento: lo riporta l’Ansa.

È la decisione presa dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Torre Annunziata in merito al decesso di Elena Migliozzi, l’anziana di Gragnano morta nel settembre del 2015 per le conseguenze di quell’intervento.

A giudizio sono finiti il primario Pietro Gnarra e il medico Loris Tango (entrambi in servizio alla Chirurgia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento) e il componente della Radiologia dello stesso nosocomio, Chiara D’Errico. Il processo inizierà il 15 febbraio.

Come riportato dal quotidiano Il Mattino, invece, la procura ha chiesto il rinvio a giudizio (quindi i tre non sono stati rinviati a giudizio) e su tale richiesta dovrà esprimersi il giudice.

La donna, 77 anni, fu ricoverata per le perdite di sangue da una gamba. Dagli accertamenti emerse una lesione alla milza che, in sede di operazione, non fu più riscontrata. La donna – è la tesi della famiglia – sarebbe deceduta, complici altri problemi di salute, a causa proprio di quell’operazione.

Articoli correlati

Back to top button