Cronaca

San Giorgio a Cremano a lutto, se n’è andato il regista Pino Simonetti: ha lavorato anche con Troisi

È morto il regista Pino Simonetti, i funerali a San Giorgio a Cremano, città che aveva dato i natali al talentuoso regista

Lutto a San Giorgio a Cremano per la scomparsa di Pino Simonetti, noto regista Rai morto nelle scorse ore. A darne notizia è stato Giorgio Zinno, sindaco della città che aveva dato i natali a Simonetti“Purtroppo purtroppo oggi la nostra comunità perde un illustre concittadino” ha scritto Zinno sui social.

È morto il regista Pino Simonetti, lutto a San Giorgio a Cremano

Simonetti ha una lunga carriera alle spalle. È stato autore e regista di numerosi e noti programmi nazionali e del Tg 3; ha collaborato al Premio Troisi nel 2009, curando la sezione dedicata al Cinema, con una suggestiva mostra nella Fonderia Righetti sul costume teatrale e cinematografico, che riscosse molto successo per la qualità delle opere esposte e per l’allestimento scenografico ed è stato organizzatore di eventi e manifestazioni culturali che per anni hanno arricchito il territorio di San Giorgio a Cremano.

Chi era Pino Smonetti

Grande esperto di cinema e televisione, Simonetti ha iniziato la sua carriera nel teatro, proprio a San Giorgio a Cremano, con rappresentazioni a cui partecipavano anche i giovanissimi, all’epoca esordienti, Massimo Troisi e Lello Arena. Successivamente ha iniziato a lavorare come regista ed è diventato amico di Franco Zeffirelli con cui si confrontava spesso.

Grande studioso della storia del costume napoletano del 700 e dell’800, ha scritto diversi libri, tra cui anche una nota Collana sulle Ville vesuviane. Se ne è andato silenziosamente, da uomo riservato quale era. Ha trascorso la sua vita per lo più tra viale Marconi, sede Rai di Napoli, e San Giorgio a Cremano dove ha sempre vissuto.

Domani i funerali di Pino Simonetti

I funerali di Pino Simonetti si svolgeranno domani, giovedì 22 luglio alle ore 17 presso la chiesa di Sant’Antonio di Padova. “Lascia un grande vuoto nella nostra comunità, come uomo e come professionista. Non lo dimenticheremo” ha concluso il primo cittadino.

Articoli correlati

Back to top button