Cronaca

Napoli, “tre giorni dopo il vaccino muore in ospedale”

Morto tre giorni dopo il vaccino Astrazeneca: denuncia della famiglia di Massimo Pantaleone che chiede l'autopsia

È morto tre giorni dopo il vaccino Astrazeneca il 65enne Massimo Pantaleone. E così la nipote Francesca Totaro, ha presentato una denuncia alla Polizia: “Viveva e noi siamo la sua famiglia, era il fratello di mamma” ha raccontato la donna come riportato dal Corriere del Mezzogiorno.

Napoli, morto tre giorni dopo il vaccino Astrazeneca: la denuncia

“Intendiamo andare fino in fondo a questa storia. Abbiamo richiesto l’autopsia, che è già stata fatta, e non ci fermeremo prima di avere risposte certe” è la richiesta dei familiari di Massimo Pantaleone, il quale fu vaccinato dopo due tamponi molecolari. Dopo essere tornato a casa, iniziò ad accusare problemi di natura respiratoria. Si è così rivolto al suo medico di famiglia dal quale ha ricevuto rassicurazioni.

Il decesso

Due ore dopo le sue condizioni sono peggiorate, ha allertato la sorella e la nipote le quali si sono dirette a casa del 65enne con una bombola di ossigeno. Lo hanno rianimato e hanno chiamato il 118. I sanitari hanno insistito per portarlo in ospedale.

“Noi seguivamo l’ambulanza in auto. Al nostro arrivo volevano farci credere che era morto di Covid, ma noi sappiamo che non è così — dice Francesca — e gli renderemo giustizia. Era un donatore di sangue e a intervalli regolari era all’ospedale Pausilipon per sostenere con questo suo gesto generoso i bambini ammalati. Dunque in piena salute e controllatissimo”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button