Cronaca

Movida a Pompei: daspo e piazze chiuse per fermare le violenze

Concorsi lampo per per assumere nuovi agenti municipali per il controllo delle piazze

Movida violenta a Pompei: daspo urbano, piazze chiuse, telecamere e divieto di vendita di alcolici dalle 21. Questi sono alcuni dei provvedimenti concordati dal sindaco di Pompei Carmine Lo Sapio e le forze dell’ordine nel vertice sulla sicurezza tenutosi ieri.

Pompei: task force contro la movida violenta, servono più vigili

Con diverse altre ordinanze il sindaco chiuderà il venerdì, sabato e domenica le piazze della movida dove i giovani si radunano e bevono alcolici fino a notte inoltrata. Inoltre, per quanto riguarda i controlli, saranno banditi concorsi lampo per assumere nuovi agenti municipali. “Applicherò il decreto Brunetta per ridurre i tempi della burocrazia concorsuale“, ha annunciato il sindaco.

Attualmente sono 28 i vigili in servizio a Pompei ma di questi il 30 per cento svolge attività amministrativa negli uffici. In strada, ad ogni turno, ci sono non più di sette-otto agenti. Decisamente pochi per una città che tra Scavi e santuario, vive di turismo e pendolarismo e dove la presenza di molti locali attira giovani anche dai comuni vicini. L’intenzione del sindaco, fondi permettendo, è di assumere almeno dieci vigili.

Incremento della videosorveglianza

Ancora, attraverso una variazione di bilancio sarà potenziato il sistema di videosorveglianza, allargandolo anche ad aree periferiche. Infine, sarà disposto, dalle 21, il divieto di vendita da asporto degli alcolici con l’obbligo di consumarli solo all’interno dei locali e non sui tavolini esterni di bar e ristoranti.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button