Napoli, scacco matto alla camorra: arrestato il nuovo boss di Scampia

boss-scampia

Il nuovo boss di Scampia Antonio Abbinante, 61 anni, fratello di Guido e Raffaele, nonché gli uomini a capo degli Scissionisti è finito in manette

Il nuovo boss di Scampia Antonio Abbinante, 61 anni, fratello di Guido e Raffaele, nonché gli uomini a capo degli Scissionisti è finito in manette.

Arrestato il nuovo boss di Scampia

Ieri mattina gli agenti del Commissariato Scampia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato Antonio Abbinante in via Aldo Moro, a Mugnano di Napoli.

Il boss di Scampia era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale ed era in compagnia di altre persone, tutte note alle forze dell’ordine. Per questo motivo i poliziotti lo hanno arrestato per violazione degli obblighi previsti dalla sorveglianza speciale.

Chi è Antonio Abbinante

Antonio Abbinante è fratello di Guido e Raffaele, entrambi a capo degli Scissionisti. Il 61enne era stato libero già nel 2015, ma solo per un mese. Le dichiarazioni del boss pentito Rosario Pariante lo riportarono in carcere con una nuova ordinanza cautelare per associazione camorristica.

Antonio Abbinante, originario di Marano ma residente a Scampia, è anche il papà di Arcangelo (tuttora detenuto). Arcangelo è difatti ritenuto uno dei killer più spietati del gruppo criminale. Attualmente è sotto processo per l’agguato avvenuto sulla spiaggia di Terracina del boss Gaetano Marino o’ monkerino. Gli Abbinante tra l’altro facevano parte insieme agli Abete, agli Aprea e agli Amato-Pagano del gruppo di famiglie che si ribellò ai Di Lauro dando vita alla faida.

TAG