Politica

Mugnano di Napoli, gli emendamenti dell’opposizione al bilancio

MUGNANO DI NAPOLI. Si è svolta ieri sera la riunione dei capigruppo del consiglio comunale di Mugnano per discutere degli emendamenti che dovranno essere inseriti nel bilancio previsionale 2018 e che il civico consesso dovrà approvare. Qui di seguito una nota dei consiglieri di opposizione.

Bilancio Mugnano di Napoli, opposizione all’attacco

“Un bilancio, quello presentato dall’amministrazione Sarnataro, che pare la brutta copia del precedente”. Queste le prime dichiarazioni dell’opposizione, che volendo essere costruttiva e non distruttiva ha proposto una serie di emendamenti da aggiungere al bilancio.

Gli emendamenti

“Ieri – dichiarano – abbiamo proposto una riduzione del 10% delle spese della politica. La riduzione dello stipendio degli amministratori e del gettone di presenza dei consiglieri consentirebbe un risparmio di circa 26mila euro, che potranno essere reinvestiti in Politiche Sociali (circa 21mila euro) e nel servizio navetta (altri 5mila euro). Proprio il servizio per il trasporto voluto fortemente da Sarnataro e i suoi amici – continuano i consiglieri di Opposizione – è uno dei grandi flop di questa amministrazione. Nei 6 mesi di sperimentazione sono stati venduti circa 250 biglietti, ovvero 1,5 al giorno! Purtroppo, proprio loro che si ergono a grandi comunicatori, non hanno saputo informare bene la città sugli orari e sui percorsi. Con questo piccolo fondo a disposizione si può tentare di dare un’accellerata al servizio e capire se sia veramente utile ai mugnanesi o decretare la sua fine per inutilità. Un altro punto importante, ma che per motivi tecnici non si e’ potuto inserire e che come Opposizione ci preserviamo di aggiungere nell’immediato appena possibile – continuano – è il servizio mensa per le scuole elementari. Crediamo che la sperimentazione per il rientro pomeridiano debba essere fatto da 2 sezioni e non da uno come finora e’ stato previsto. Inoltre anche sul Piano Triennale delle Operare Pubbliche c’è stato un semplice copia e incolla dal precedente documento preventivo. Pensiamo che debba essere data più importanza a questo delicato tema. Stiamo infatti valutando progetti interessati da poter inserire. Se tutto ciò sarà condiviso ed inserito nel bilancio e votato dall’intera maggioranza in consiglio comunale è ovvio che come opposizione potremmo valutare un voto diverso da quello contrario. Il nostro ruolo – concludono – è quello di proposta e controllo, e quando si guardano esclusivamente gli interessi dei cittadini e si escludono i “giochi di parte” si deve andare avanti insieme per il bene di Mugnano”.

Articoli correlati

Back to top button