Cronaca

Brindisi, arrestato napoletano: dava 25 euro ad un africano per nove giorni di lavoro

Un napoletano è stato arrestato Brindisi. Si tratta del titolare di un maneggio, che si trova nelle campagne di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi.

Napoletano arrestato a Brindisi, l’accusa

L’uomo, N.A., 39 anni, originario di Napoli ma residente nella cittadina pugliese, è stato arrestato dai carabinieri per sfruttamento del lavoro. I militari dell’Arma, durante controlli anti caporalato hanno scoperto nella sua masseria in contrada Fondo, un bracciante nord africano di 23 anni che effettuava la pulizia delle stalle e accudiva i cavalli e che avrebbe percepito solo 25 euro per 9 giorni di lavoro.

Al 39enne sono state contestate numerose violazioni relative al testo unico ambientale e su salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, quali la mancata sottoposizione a visita medica dei lavoratori presenti in azienda, la mancata consegna dei dispositivi di protezione individuale, la mancata informazione del personale sui rischi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, la mancata formazione del personale e il suo addestramento.

Le condizioni del bracciante

Il bracciante era sprovvisto di calzature idonee e dei relativi indumenti previsti per la prevenzione degli infortuni. Nel maneggio erano presenti otto cavalli.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button