Cronaca

Napoli, sparatoria nella notte: morto 15enne, parenti devastano pronto soccorso

Notte di paura a Napoli dove un 15enne è morto in seguito ad una sparatoria tra una baby gang e i carabinieri. il giovane è stato ferito da colpi di pistola morendo in ospedale dopo il tentativo di salvarlo da parte dei medici.

Napoli, 15enne morto dopo sparatoria tra baby gang e carabinieri

Il giovane sarebbe rimasto ferito in un conflitto a fuoco avvenuto alle 2.30 circa nel centro di Napoli. Era armato e sarebbe rimasto ferito in uno scontro a fuoco scoppiato dopo aver tentato di rapinare un carabiniere in borghese.

Il giovane è stato soccorso da un’ambulanza del 118 in via Generale Giordano Orsini, nella zona di Santa Lucia. Le sue condizioni erano subito apparse particolarmente gravi. Il minore presentava infatti ferite d’arma da fuoco alla testa e al torace. È morto nel reparto di Rianimazione a causa della grave compromissione delle sue funzioni vitali.

Devastato il pronto soccorso della Pignasecca

Dopo aver appreso della morte del 15enne, i familiari del minore sono entrati in ospedale devastando computer, macchinari, barelle e presidi medici. Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro ha spiegato: “Questa notte, dopo il decesso di un sedicenne arrivato in pronto soccorso con ferita da arma da fuoco, il pronto soccorso del presidio ospedaliero dei Pellegrini è stato devastato dai familiari e amici del ragazzo. Un fatto gravissimo per il quale esprimo solidarietà a tutti i nostri dipendenti che ancora una volta sono stati vittime di insulti e minacce, e ancora una volta hanno continuato, nonostante tutto, a prestare assistenza ai pazienti”.

 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto