Cultura ed Eventi

Napoli, 9 marzo 1562: pena di morte per chi si baciava in pubblico!

NAPOLI. Non è una leggenda: nel lontano 9 marzo 1562, vengono banditi i baci dalla città. Cosa accadeva a chi violava la legge? La pena di morte!

Non è una leggenda: nel 1562 a Napoli venivano banditi i baci in città

Sembra impensabile, ma è accaduto sul serio. L’operazione nacque per proteggere le donne che subivano aggressioni e violenze.

All’epoca venivano infatti paragonati a stupri tentati, tutti quegli atti esercitati “contro l’altrui pudicizia e che non consistevano nella congiunzione carnale. Mancava dunque una regolamentazione verso tutti gli atti che non potevano essere perseguitati come atti di violenza e che quindi venivano usati come pretesto dagli aggressori. Da qui il divieto del 9 marzo 1562, attuato in tutta la città.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button