Cronaca

Napoli, 13enne aggredito con un tirapugni all’uscita da scuola: presi i sette bulli minorenni

Individuati i sette bulli minorenni che hanno aggredito un 13enne all'uscita di scuola nel quartiere Pianura a Napoli. Avevano usato anche un tirapugni

Individuati i sette bulli minorenni che hanno aggredito un 13enne all’uscita di scuola nel quartiere Pianura a Napoli. Avevano usato anche un tirapugni. I minorenni sono stati segnalati alla magistratura dai carabinieri. L’episodio – evidenziato anche da un consigliere di Municipalità, Pasquale Strazzullo – è avvenuto l’altro ieri vicino all’Istituto Ferdinando Russo. I sette hanno aggredito con calci e pugni il 13enne. Una settimana fa gli stessi minori per futili motivi in seguito ad una partita di calcio, avevano aggredito il giovane e un suo amico, minacciandoli anche con un coltello. La vittima è in osservazione all’ospedale Santobono per contusioni multiple e trauma facciale.

Aggredito minorenne a Napoli, anche con un tirapugni

Le indagini sono state coordinate dalla Procura dei Minori partenopea e condotte dalla Stazione carabinieri di Pianura. Nei confronti dei sette minorenni – di età compresa tra i 13 e i 14 anni – i militari, d’intesa con la Procura, hanno effettuato elezione di domicilio per i reati di lesioni personali aggravate in concorso e porto abusivo di armi bianche.

Il ragazzo aggredito è stato «punito» perché avrebbe sorriso nel sentire pronunciare in maniera sbagliata il cognome di un suo coetaneo. È quanto hanno ricostruito i carabinieri di Napoli.

Presi i bulli

La vicenda è avvenuta la scorsa settimana quando i ragazzi si sono incontrati per caso per tirare, per strada, due calci a un pallone. Uno del gruppo avrebbe iniziato a formare le «squadre» chiamando per cognome i presenti e pronunciando con un accento sbagliato un cognome avrebbe fatto sorridere la vittima. Per loro è stato come un affronto: per questo il 13enne – secondo la ricostruzione degli investigatori – sarebbe stato minacciato e poi aggredito.

L’altro giorno però la vittima e i sette aggressori si sarebbero incontrati per caso nei pressi della scuola. E così gli aggressori (che non frequentano la scuola Russo) hanno iniziato a picchiarlo, anche con un tirapugni. Una volta individuati dai carabinieri i sette presunti aggressori si sono mostrati pentiti per quanto successo.

Articoli correlati

Back to top button