Cronaca

Alan Wurzburger, è morta l’icona del centro storico di Napoli

Alan Wurzburger, è morta l’icona del centro storico di Napoli. Il cantautore 68enne è scomparso nella notte di oggi, domenica 12 febbraio. Tantissimi i messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook.

Alan Wurzburger, il cantautore è morto a Napoli

Il cantautore 68enne è morto nella notte di oggi, domenica 12 febbraio. Tantissimi i messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook. In queste ore, anche suo cugino, Gianfranco Wurzburger, ha scritto un post: “Questa notte mio cugino Alan ci ha lasciati. Purtroppo questa volta a lasciarci senza parole non è stata la tua musica. Continueremo ad ascoltarti! Riposa in pace”.

Chi era il cantautore napoletano

Alan era coetaneo di Pino Daniele ed Enzo Gragnaniello ed è cresciuto musicalmente negli anni ’70. Un’icona del centro storico e punto di riferimento per tutta la comunità buddista. Infatti, è stato tra i primi a praticare il buddismo di Nichiren Daishonin. Da qualche anno andava avanti e indietro dalla Puglia, dove aveva trovato rifugio, in un agri-camping conosciuto come “Sottoleucalipto”.

Era molto amato e stimanto per essere schietto e sincero anche se a volte troppo duro. Per tanti giovani è stato una guida. Anni fa aveva ridato vita a piazza Santa Maria la Nova con il suo locale “Aret a’palm”. Dopo la chiusura aprì “Buco pertuso”.

Il primo ad aprire un locale in quella strada, che oggi è punto di riferimento della movida dei giovani del centro storico.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button