Cronaca

Aliscafo contro il molo, al via le indagini: si segue la pista del disastro colposo

Sull'accaduto proseguono le indagini

Incidente al porto di Napoli, un aliscafo diretto a Ischia si è urtato contro il Molo San Vincenzo. I fatti sono avvenuti due giorni fa. Stando a quanto si apprende finora, ci sono diversi feriti. Una bambina di pochi mesi, che si trovava a bordo dell’aliscafo, è stata portata a terra con una motovedetta dei guardiacoste e quindi trasportata in ospedale per accertamenti.

Incidente al porto di Napoli, aliscafo finisce contro il molo

Il Città di Forio – questo il nome del natante – aveva mollato gli ormeggi al Molo Beverello diretto ad Ischia Porto e Forio con 100 passeggeri circa a bordo e, per cause ancora da accertare, mentre si trovava ancora all’interno del porto di Napoli, ha improvvisamente virato verso destra finendo per sbattere contro le banchine del Molo San Vincenzo, una struttura che attraverso accordi tra Comune, Marina Militare e Capitaneria di porto sta per essere acquisita e restituita alla città costituendo in tal modo una nuova passeggiata a mare. Il luogo, questa mattina, è stato però teatro dell’incidente i cui risvolti devono ancora essere valutati.

I soccorsi

Sul posto sono arrivati  i soccorsi, in primis la Guardia Costiera intervenuta via mare con alcune motovedette. In seguito sono giunte anche le ambulanze del 118. La zona di fatto è chiusa al pubblico poiché demanio militare; attualmente i passeggeri vengono assistiti e saranno trasferiti con dei bus al Beverello per riprendere il viaggio verso Ischia. Il Città di Forio si trova ancora fermo nel punto dove ha impattato, a poca distanza dal faro che contraddistingue il frangiflutti occidentale dell’approdo napoletano.

L’indagine

Disastro colposo: è l’ipotesi di reato formalizzata dalla Procura della Repubblica di Napoli che indaga sull’incidente del jet d’acqua Città di Forio verificatosi due giorni fa nella darsena del Porto di Napoli. Un impatto, quello del mezzo marino, che ha provocato una ventina di feriti, nessuno dei quali fortunatamente grave, ma che avrebbe potuto avere conseguenze ben più drammatiche.

Articoli correlati

Back to top button