Cronaca

Napoli, aria al posto del carburante nei serbatoi: sequestrati due distributori

La Guardia di Finanza ha posto sotto sequestro nel centro di Napoli due stazioni di servizio tra via Marina e via De Gasperi, una «pompa bianca» e un Total Erg: entrambe utilizzavano ingegnosi trucchi per truffare i clienti e evadere il fisco. In azione il nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli, al comando del colonnello Domenico Napolitano.

Sequestro di distributori di carburante nel napoletano

Doppio sequestro di distributori nel napoletano: «pompa bianca» e un Total Erg. Il primo degli impianti sequestrati risultava «modificato» con un sistema hi tech. Nel momento in cui estraeva la pistola erogatrice, l’operatore metteva una mano in tasca sino alla fine del rifornimento per azionare un telecomando capace di imprimere un’accelerazione al conteggio dei litri, collegandosi con un apparecchio ricevente in radiofrequenza installato sulla colonnina di distribuzione. Una minuscola leva, posizionata in un tombino sotterraneo, faceva «girare a vuoto», senza soluzione di continuità, il totalizzatore del prezzo. In pratica, il prezzo aumentava ma nel serbatoio venivano pompati litri d’aria anziché di carburante.

Nel secondo distributore è stato individuato un altro meccanismo fraudolento con uso di «piombi amovibili» ai misuratori del carburante, utilizzati dai gestori per rimuovere i sigilli senza autorizzazione e manipolare i totalizzatori del prodotto. In questo modo era possibile «scalare» il contatore dei litri sulla colonnina senza far transitare in contabilità i corrispondenti quantitativi di benzina e diesel.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button