Cronaca

Lancio di petardi a Napoli, arrestati tre tifosi della Lazio

Sono stati arrestati tre tifosi della Lazio dopo la partita disputata allo stadio ‘Maradona’. Scattano anche denunce e sanzioni a margine dei controlli messi in atto dalla questura allo stadio Maradona in occasione di Napoli-Lazio.

Napoli, arrestati tre tifosi della Lazio

Nel corso della partita, alcuni tifosi ospiti hanno lanciato diversi fumogeni e 9 petardi, di cui uno è caduto nel settore inferiore della curva A; un tifoso partenopeo, un bimbo, l’ha raccolto ma gli è esploso tra le mani causandogli delle lesioni.

Personale della Digos, anche grazie alla visione delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza, ha individuato tre autori delle accensioni e dei lanci degli artifizi pirotecnici. Un 22enne di Velletri e due romani di 24 e 35 anni, quest’ultimo con precedenti di polizia, sono stati arrestati per lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive; nei loro confronti è stata avviata la procedura finalizzata all’emissione del Daspo.

I controlli

Gli agenti del Commissariato San Paolo, durante i servizi di filtraggio per l’accesso allo stadio, hanno poi sanzionato 18 persone poiché trovate in possesso di sostanza stupefacente; queste ultime sono state altresì sanzionate amministrativamente. Denunciate 8 persone, tra i 17 e i 43 anni, di cui 5 per scavalcamento dal settore inferiore a quello superiore dell’impianto sportivo, una poiché trovata in possesso di un fumogeno, un’altra per aver aggredito uno steward e l’ultima per aver lanciato una bottiglia contro l’autobus della squadra ospite; nei loro confronti è stata avviata la procedura finalizzata all’emissione del Daspo. Controlli anche sui parcheggiatori abusivi: 10 i sanzionati.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali. È responsabile della redazione centrale del network giornalistico L'Occhio.

Articoli correlati

Back to top button