Cronaca

“Far west” al Plebiscito, l’autore del raid già libero | IL NOME

Panico a Napoli, arrestato 36enne dopo notte di follia. In manette lo sloveno Martin Dittrich, già libero dopo la condanna

È stato arrestato il 36enne sloveno Martin Dittrich, l’uomo che ha seminato il panico a Napoli nella serata tra venerdì 24 e sabato 25 settembre. Da solo, a bordo di un’auto, ha scatenato il panico tra le persone in strada, tenendo testa agli agenti della Municipale e della Polizia di Stato. Prima non si è fermato all’alt delle forze dell’ordine, si è diretto verso il lungomare dove è stato bloccato.

Panico a Napoli, arrestato 36enne dopo notte di follia

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino, il 36enne è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e denunciato per danneggiamento aggravato di beni della pubblica amministrazione – è stato ieri sottoposto a giudizio per direttissima: il giudice lo ha condannato a sei mesi, pena sospesa. E dunque è già libero.

Cosa è successo

I filmati realizzati da alcuni passanti mostrano scene da panico. All’altezza del Gambrinus, ovvero a pochi passi dalla Prefettura, alcuni uomini della Municipale sono stati avvicinati da due tassisti i quali hanno indicato un’auto con un uomo a bordo che poco prima aveva urtato le loro auto. Gli agenti gli hanno intimato l’alt, ma l’uomo al volante continuava a tentare manovre pericolose per sfuggire al controllo. Lo sloveno è finito contro la loro auto, e subito dopo ha danneggiato anche la vettura che aveva a bordo un equipaggio della Questura di Napoli in servizio per il controllo della zona e che si era posizionata diagonalmente per evitare la fuga.

Articoli correlati

Back to top button