Cronaca

Bambino in arresto cardiaco salvato dalla maestra: “ho pensato ai miei figli”

Angela Calvino, maestra d'asilo da oltre 20 anni, racconta quei momenti terribili e la gioia di vedere il bambino sano e salvo

Un vero e proprio miracolo quello avvenuto giovedì mattina all’istituto Montale di viale della Resistenza, a Scampia, dove Angela Calvino, maestra d’asilo da oltre 20 anni, ha salvato un bambino di tre anni arresto cardiaco. Il suo racconto a Il Mattino.

Bambino di tre anni in arresto cardiaco: il racconto della maestra che lo ha salvato

È stato un attimo, come una folgorazione, come quando si accende l’interruttore in una stanza buia e torna la luce. Ha aperto gli occhi e ha pianto, ha ripreso il colorito naturale. – ha raccontato Angela a Il MattinoCon lui abbiamo pianto anche noi, che qui alla Montale, mi creda, siamo una squadra. Anzi, siamo una famiglia, che oggi si ritrova di fronte ad un’esperienza unica, indimenticabile“.

Cosa è successo

La maestra Angela ha spiegato cosa è successo quella mattina: “mentre giocava ha avuto una probabile crisi epilettica, poi è caduto a terra dalla sedia. Non era un mio alunno, le colleghe lo hanno soccorso. Urla, attimi di panico, poi ci siamo concentrate attorno al suo corpicino. La situazione purtroppo si è fatta subito difficile“.

Il massaggio cardiaco

Poi il massaggio cardiaco che ha salvato il piccolo: “ho visto che non reagiva più, ha cambiato colore. Dita e labbra cianotiche, ho iniziato un massaggio cardiaco. Attimi infiniti, non saprei dirle quanto è durato“.

“In quel momento ho pensato ai miei figli”

Angela racconta che in quei momenti ha pensato ai suoi figli: “pensavo a loro, poi guardavo il bambino tra le mie mani e pregavo che non finisse così, speravo che accadesse qualcosa, che qualcuno venisse a salvarci entrambi“.

Articoli correlati

Back to top button