Cronaca

Bancarotta fraudolenta di ditte per lo smaltimento di rifiuti: maxi sequestro per tre proprietari

Quasi mezzo milione di euro sotto sequestro

Bancarotta fraudolenta di ditte per lo smaltimento di rifiuti per conto di alcuni Comuni in provincia di Napoli: maxi sequestro per tre proprietari, amministratori di fatto e di diritto delle due società. Quasi mezzo milione di euro sotto chiave.

Napoli, bancarotta fraudolenta di ditte per lo smaltimento di rifiuti

Le fiamme gialle di Napoli nei giorni scorsi hanno dato esecuzione ad un sequestro preventivo, finalizzato alla confisca, nei confronti di tre soggetti, amministratori di fatto e di diritto delle due società, dichiarate poi fallite, operanti nel settore della raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani per conto di alcuni Comuni dell’hinterland napoletano. Dovranno rispondere del reato di bancarotta fraudolenta aggravata.

Le indagini

Le indagini complesse hanno accertato il trasferimento fraudolento e il possesso ingiustificato di valori, tra cui quadri di pregio e opere d’arte, nonché l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

I soggetti indagati della “Sagi service S.r.l.”, già con sede a Torre del Greco, e della “Melito Multiservizi s.p.a”, già con sede a Melito di Napoli avrebbero posto in essere mirate azioni di spoliazione del proprio patrimonio aziendale, distraendo dai beni oggetto della procedura fallimentare ingenti somme di denaro e 13 automezzi utilizzati per la raccolta di rifiuti.

Articoli correlati

Back to top button