Cronaca

Napoli: boe abusive a Mergellina, blitz della Capitaneria di Porto “indagini su 150 barche”

Al momento si indaga per occupazione abusiva di demanio pubblico

Blitz della Capitaneria di Porto a Mergellina dove sono apparse nuovamente boe abusive, catene e pezzi di cemento completamente abusivi nelle acque antistanti il consolato americano. Sono circa 150 le imbarcazioni che sono state parcheggiate abusivamente in questo specchio di acqua.

Boe abusive a Mergellina: l’operazione della Capitaneria di Porto

Denunciati i gestori di una coop, titolare di una concessione per la gestione di 25mila metri di specchio d’acqua, che dovranno difendersi dall’accusa di aver raddoppiato gli spazi che potevano essere utilizzate. In sintesi, avrebbero raddoppiato: avevano 25mila metri, ne hanno utilizzato 50mila, grazie ad approdi posticci e legami abusivi.

Le indagini

Sono stati contattati circa 150 titolari di barche da diporto che hanno parcheggiato (forse a loro insaputa), in uno specchio d’acqua non consentito. Verifiche su eventuali sfregi al patrimonio naturalistico. Al vaglio degli inquirenti l’impiego di cemento o catene di acciaio per ancorare le barche che di volta in volta si sono presentate nella rada di fronte al consolato del mare. Al momento si indaga per occupazione abusiva di demanio pubblico, ipotesi che viene contestata a un gruppo di esponenti di una coop che da anni si occupa della gestione delle imbarcazioni da diporto.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button