Cronaca

Bomba carta a scuola, ferito professore a Napoli

Paura a Napoli dove in una scuola è esplosa una bomba carta. È accaduto nella mattinata di lunedì 19 dicembre, tra i banchi di un istituto di via Terracina, tra Fuorigrotta e Bagnoli. Erano le 9.30 circa quando è scoppiato il panico come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Napoli, bomba carta esplosa a scuola: colpito professore

“Potrebbe essere la Solfatara” avrebbe detto qualcuno, spaventato dalla deflagrazione. Si tratta, invece, di una bomba carta. A farla esplodere, molto probabilmente, uno studente. La bomba carta modello cobra è stata lanciata da uno dei piani alti dell’istituto, finendo nella tromba delle scale.

L’esplosione ha distrutto alcuni gradini e ferito un professore, il quale se l’è cavata con una prognosi di 3 giorni come riferito dalle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato per i rilievi di rito.

Il racconto

Dalle colonne del quotidiano Il Mattino arriva il racconto del docente: “Mi pare di andare in trincea ogni mattina. Lavoriamo molto spesso in condizioni di disagio. Purtroppo si tratta di gesti quasi all’ordine del giorno, anche se quest’ultimo episodio è di una gravità eccezionale”.

Un altro prof racconta: “Lunedì alle 9.30 abbiamo sentito un boato incredibile. Trovandoci in zona flegrea, abbiamo pensato che fosse la Solfatara. Poi invece le classi sono state investite da una nuvola di fumo. Dal quarto e ultimo piano era stata gettata una bomba carta, modello cobra, giù nella tromba delle scale. È esplosa al secondo piano, in un momento di grande affluenza anche del personale docente

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali. È responsabile della redazione centrale del network giornalistico L'Occhio.

Articoli correlati

Back to top button