Politica
Trending

Napoli, ufficiale la candidatura a sindaco di Catello Maresca: “Città chiede aiuto, mi impegnerò”

Napoli, ora è ufficiale: Catello Maresca candidato sindaco. La conferma dopo il via libera arrivato dal Csm questa mattina

Ora è ufficiale, Catello Maresca sarà candidato sindaco Napoli. Il magistrato lo ha confermato nel corso di un incontro con i rappresentanti del Partito Liberale Europeo di Napoli, alla presenza dell’avvocato Concetta Saetta, che sarà capolista per il centrodestra alle prossime elezioni amministrative.

Elezioni Napoli, Catello Maresca candidato sindaco

Nella mattinata di oggi, mercoledì 26 maggio, è arrivato il via libera dal Csm dopo la richiesta di aspettativa dalle sue funzioni nella magistratura. In questo modo Catello Maresca ha potuto annunciare la sua candidatura: “La deliberazione dei componenti del Csm, che ringrazio per la serenità di giudizio, mi consente di continuare la campagna di ascolto di una città sofferente che chiede a tutti noi impegno, un grande e autentico profondo impegno civico, per risolvere problemi antichi e nuove emergenze”.

Chi è Catello Maresca

Nato a Napoli il 25 maggio del 1972, Catello Maresca è un magistrato e scrittore italiano. Dal 2007 è sostituto procuratore presso la Direzione distrettuale antimafia (DDA). A causa della sua attività, Maresca è sotto scorta dal 2008.

In magistratura dal 1999, durante la sua carriera come magistrato inquirente è stato assegnato prima alla sezione competente per i reati finanziari e di criminalità economica e dall’ottobre 2007 alla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Ha diretto le operazioni della Polizia di Stato che hanno portato il 7 dicembre 2011 all’arresto di Michele Zagaria, boss dell’organizzazione camorristica del Clan dei Casalesi, scovato all’interno di un bunker di cemento armato, costruito sotto un’abitazione di Casapesenna, in via Mascagni, dopo una latitanza durata ben sedici anni.

Ha rappresentato l’accusa nel processo al cosiddetto gruppo Setola, che ha portato all’incarcerazione, tra gli altri, del mafioso Giuseppe Setola. Ha preso parte all’operazione Gomorrah, dedicata alla repressione del traffico internazionale di merce contraffatta. Nel corso delle sue attività investigative ha subito più volte minacce di morte da parte delle organizzazioni criminali di stampo mafioso. Attualmente ricopre il ruolo di sostituto procuratore presso Procura Generale di Napoli. Inoltre è docente di Diritto e Legislazione antimafia presso l’Università degli Studi della Campania “Vanvitelli”.

Articoli correlati

Back to top button