Cronaca

Napoli, certificato di morte sbagliato: Polstrada blocca i funerali

Funerale bloccato e denuncia nei confronti del medico di turno nel reparto di rianimazione dell'Ospedale del Mare

Napoli, certificato di morte sbagliato: Polstrada blocca i funerali. Una morte, sopraggiunta dopo 40 giorni di agonia all’Ospedale del Mare, dove Michele Siciliano, 30enne centauro di Camposano, era arrivato dal Santa Maria della Pietà di Nola a fine giugno come paziente politraumatizzato a seguito di incidente.

Certificato di morte sbagliato: funerali bloccati a Napoli

Come riporta “Il Mattino” sul certificato di morte, indispensabile per i funerali con autorizzazione alla sepoltura e cremazione, è stato attestato che il decesso non é ascrivibile a fatti per cui costituisce reato. In verità nell’incidente in cui il ragazzo ha avuto la peggio è coinvolto un secondo veicolo e la dinamica è ancora in fase di accertamento.

Funerale bloccato e denuncia nei confronti del medico di turno nel reparto di rianimazione dell’Ospedale del Mare la notte tra il primo e il 2 agosto, quando Siciliano è spirato, per falso in atto pubblico e omissione di atti d’ufficio.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button