Cronaca

Napoli, la crisi Covid colpisce anche la pizza: “Vendite crollate del 70%”

Napoli, la crisi Covid ha colpito anche il mondo delle pizzerie: si registra una perdita del 50%, per i più fortunati, ovvero per coloro che possono usufruire di ristoranti sul lungomare e del 70% per tutti quelli del centro storico e delle zone più esterne

Napoli, pizzerie “contagiate” dalla crisi

Chi prima riusciva a sfornare mille pizze al giorno oggi riesce a malapena ad arrivare a 500 e parliamo dei colossi della pizza in città; gli altri che riuscivano a raggiungere quota 100 oggi si accontentano di trenta pizze, per lo più da asporto. La maggior parte delle pizzerie lavora «in prossimità», ovvero con le ordinazioni di cittadini residenti in zona.

Gli unici barlumi di luce per le pizzerie arrivano nel weekend, quando le persone, complici le belle giornate, hanno più voglia di stare per strada. Nel fine settimana regge bene la schiera di pizzerie su via Partenope, mentre quelle del centro storico, dove i clienti, sette su dieci, erano per lo più turisti continuano ad accusare il colpo.

Articoli correlati

Back to top button