Cronaca

Napoli, De Magistris: «A breve abbatteremo una delle Vele di Scampia»

NAPOLI. De Magistris: «A breve abbatteremo una delle Vele di Scampia». Così interviene il sindaco di Napoli durante un’intervista.

Napoli, De Magistris: «A breve abbatteremo una delle Vele»

Al Forum ANSA il sindaco di Napoli ha parlato di vari temi, fra cui Salvini e le Vele di Scampia. «Per la Regione sarà difficile non candidarsi. Mancherà un anno alla fine del mandato di sindaco. Votando un anno prima per le regionali si può provare a costruire un laboratorio. Le regionali potranno essere un laboratorio per una nuova alleanza politica».

Tutta l’intervista di De Magistris

«Il sostegno a Salvini c’è. Ma al Sud sta facendo salire sul carro la destra più radicale, non ha bisogno dei miei consigli, ma non vedo bella gente che sta salendo sul suo carro nel Sud, non sono voti di cui sarei orgoglioso. A Napoli la Lega non sfonda, abbiamo dimostrato che esiste un progetto di alternativa a sinistra e a destra. Autonomia dal basso fatta di onestà».

«Il mio rapporto con Fico risale a una fase precedente alla mia via politica: ci accomunano sensibilità, convergiamo su molti punti. Ma le posizioni istituzionali sono molte diverse. Ma in questo momento di scontro non è sufficiente limitarsi a prendere le distanze con belle parole. Stiamo rischiando una deriva sul piano dei diritti con uomini che muoiono in mare».

«Al reddito di cittadinanza non sono contrario: se è una misura a favore di aree povere sono d’accordo, ma mi sembra anche un’operazione per legare l’elettore alla politica perché ti do del denaro con una card. Se poi non crei le condizioni per il lavoro, leghi le persone a te per il voto e c’è il rischio di inquinamento della tensione sociale. Da otto anni continuo a governare una città senza soldi. Per mettere per terra più autobus, più porta a porta, più macchinari per potare gli alberi servono i soldi».

«Sul San Paolo, la ristrutturazione sta avvenendo senza risorse messe dalla società, per evitare che il
Napoli non giochi nel suo stadio, una cosa impensabile. Il tutto sta avvenendo grazie alle Universiadi, che noi abbiamo anche un po’ follemente preso. Saranno un grande successo per Napoli, la Campania ma anche per l’Italia. Siamo stati bravi a captare risorse pubbliche che non avevamo. E abbiamo ristrutturato impianti sportivi anche in periferia. Tra qualche settimana avremo l’abbattimento della prima Vela e stiamo procedendo in questi giorni al trasferimento delle famiglie».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button