Cronaca

Napoli, la denuncia del senatore Presutto: “Minacciato e insultato nel seggio”

Napoli, il senatore Vincenzo Presutto denuncia con un post su facebook quanto accaduto nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, mentre svolgeva il colpito di rappresentante di Lista all’interno del 47esimo Circolo didattico Sarria Monti. “Minacciato e insultato nel seggio”.

La denuncia del senatore Presutto: “Minacciato al seggio”

“Poco fa, mentre svolgevo il compito di rappresentante di Lista all’interno del 47esimo Circolo didattico Sarria Monti, a Napoli nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, sono stato costretto a chiedere l’intervento della Polizia di Stato per fermare un altro rappresentante di lista, di un partito della coalizione afferente a De Luca Presidente che all’interno della scuola “dava consigli” su chi votare.
Alle mie rimostranze l’uomo mi ha insultato e poi mi ha minacciato.
E’ seguita denuncia agli uomini delle Forze dell’Ordine presenti a scuola e successivamente sono andato a sporgere denuncia in Questura a Napoli, lasciando i seggi numero 295, 296, 298 e 299 “incustoditi”.
I reiterati tentativi di avvicinare i votanti è stato notato da diversi testimoni. Si tratta di un atteggiamento antidemocratico e illecito per il quale non ho potuto tacere”.

La solidarietà da Palazzo Madama

“A nome del gruppo Movimento 5 Stelle al Senato – rende noto Perilli – porgo la mia solidarietà al senatore Vincenzo Presutto che ieri, mentre svolgeva il suo ruolo di rappresentante di lista in un seggio di Napoli, si è rivolto alle forze dell’ordine per denunciare il fatto di essere stato insultato e minacciato da un rappresentante di una lista a sostegno di De Luca”.

“Presutto – va avanti il capogruppo – ha agito dopo aver rilevato che questa persona dava indicazioni di voto a persone presenti all’interno della scuola. A un comportamento scorretto e in violazione delle norme in vigore si aggiunge l’intollerabile arroganza della reazione scomposta del rappresentante della lista a sostegno di De Luca e addirittura di altre persone a lui vicine”.

“Episodi spiacevoli come questo sono sempre segnali brutti da non sottovalutare è importante che le operazioni di voto si svolgano ovunque nella massima serenità”.

 

Articoli correlati

Back to top button