Cronaca

Napoli: 12enne difende la madre aggredita dalla coinquilina, ferita con un calcio al torace. Lite per la bolletta della luce troppo alta

Napoli difende la madre da una lite: bimba di 12 anni presa a calci in pancia nella notte. Ora è ricoverata al Santobono

Ha cercato di difendere sua madre in una lite, ma è stata presa a calci. Questa notte, intorno alle 2.30, i carabinieri della stazione Vomero sono stati allertati da personale sanitario del Santobono di Napoli per una bimba portata dalla madre al pronto soccorso.

Napoli, difende la madre in una lite: bambina di 12 anni presa a calci in pancia

Sarebbe intervenuta in difesa della madre che stava litigando con una conoscente e la donna l’avrebbe colpita con un calcio tra il torace e l’addome. Stando a quanto riferito dal racconto della madre, l’aggressione è avvenuta in un appartamento di via Jannelli, nella zona collinare di Napoli. Le condizioni della 12enne non sono gravi ma i medici hanno deciso di tenerla ricoverata in osservazione per gli accertamenti del caso, con prognosi di 10 giorni.

A sferrarle quel calcio, secondo le prime risultanze, sarebbe stato una conoscente della madre: il litigio sarebbe scoppiato in piena notte nell’appartamento, per motivi non ancora tutti da chiarire.

La lite per la bolletta della luce

Stando a quanto è emerso finora, a provocare la lite sarebbe stato l’importo elevato della bolletta della luce. Non si tratta di due parenti, ma di due coinquiline. La 12enne si è frapposta ed è stata colpita da un calcio, forse in maniera fortuita.

Articoli correlati

Back to top button