Cronaca

Napoli, il Comune “vieta” pubblicità di modelle in bikini: causano troppi incidenti

Napoli, divieto per manifesti e video pubblicitari a effetto che possono provocare incidenti. Un caso simile a quello del 2016

Dal nuovo regolamento di sicurezza urbana di Napoli emerge una interessante novità: il divieto per manifesti e video pubblicitari a effetto. Lo prevede l’articolo 15 come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Napoli, divieto per manifesti e video pubblicitari a effetto

L’articolo, nel dettaglio, recita: “È vietato agli esercizi commerciali privi di specifica concessione per l’occupazione di suolo pubblico rivolgere schermi o altri sistemi di proiezione verso la pubblica via, qualora possa procurare distrazione con conseguente ostacolo alla scorrevolezza o alla sicurezza della circolazione veicolare o pedonale”. Dunque, stop a pubblicità con modelle in bikini o modelli a torso nudo. Già nel 2016, sotto l’amministrazione De Magistris, l’argentina Bélen Rodriguez fu “incolpata” per una serie di incidenti automobilistici causati da una campagna pubblicitaria con lei protagonista in pose hot e naturalmente in bikini.

Articoli correlati

Back to top button