Cronaca

Napoli, documenti falsi per immigrati clandestini: arrestato dipendente comunale

Documenti falsi per immigrati clandestini: tra gli arrestati figura anche il dipendente di una municipalità del Comune di Napoli, Pasquale Averaimo

Documenti falsi per immigrati clandestini: tra gli arrestati figura anche il dipendente di una municipalità del Comune di Napoli, Pasquale Averaimo, 65 anni, che si occupava del rilascio e del rinnovo delle carte d’identità, dell’emissione dei certificati di residenza e degli stati di famiglia. Il dipendente comunale aveva stabilito un tariffario per le sue “prestazioni”.

Documenti falsi a migranti, arrestato dipendente Comune di Napoli

I guadagni illeciti, attraverso transazioni bancarie e i circuiti Money Transfer, finivano su conti correnti pachistani. Un altro modo per trasferire i soldi era il sistema “hawala”, un meccanismo informale di trasferimento di valori basato sulle prestazioni e sull’onore di una vasta rete di mediatori, localizzati principalmente in Medio Oriente, Nord Africa, nel Corno d’Africa ed in Asia meridionale, secondo alcuni esperti utilizzato anche per finanziare il terrorismo.
L’ hawala è fortemente radicato nella cultura islamica ed è basato sulla fiducia: consente il passaggio di ingenti somme di denaro tra persone di diverse nazioni. Oltre alle misure cautelari i carabinieri del Ros e del comando provinciale di Napoli hanno sequestrato l’internet point (di proprietà di uno degli arrestati) abilitato all’invio di denaro attraverso i circuiti Wester Union, Sigue, Ria e Moneygram.

Napoli, blitz dei Ros: documenti falsi per immigrati clandestini

Articoli correlati

Back to top button