Cronaca

Donati 50 ventilatori al carcere di Poggioreale a Napoli

Ciambriello: "Segno di aria di solidarietà. Servono più spazi e più dignità"

Napoli, donati nella mattinata di oggi, 16 agosto, 50 ventilatori al carcere di Poggioreale per affrontare le temperature torride di questi giorni. Il garante dei detenuti della Campania Samuele Ciambriello ha portato i ventilatori nelle celle più affollate, dai sei agli otto detenuti.

Carcere di Poggioreale, donati 50 ventilatori

Ciambriello ha ringraziato sui social i cinque benefattori: Rosa Ciccone, Angela Maffei, Amalia Sarappa, Giuseppe Perrella e Michele Mosca. L’anno scorso ne furono acquistati 300 con un finanziamento della giunta regionale.

Dice Ciambriello

“In questo luogo senza tempo che è il carcere – dice il garante campano dei detenuti Ciambriello – e in particolare Poggioreale, anche la riflessione sullo spazio fisico, in termini anche di edilizia, di spazi sensibili e significativi, di carenza di spazio vitale, di vuoti comunicativi e relazionali con la famiglia, di mancanza di igiene e dignità è utile e significativa. Spazi per praticare attività sportive, ricreative, scolastiche, formative e spazi verdi per colloqui più dignitosi e umani. Un ventilatore in cella come aria e solidarietà“.

Ciambriello fa anche visita al padiglione Livorno di Poggioreale e denuncia le urgenze per i più fragili: “Lato sinistro 25 presenti, lato destro 281 presenti. Molti con disturbi psichici, borderline, bipolarismo, sindrome psicotica e disturbi di personalità. Più psicologi e meno farmaci e carcere”.

Articoli correlati

Back to top button