Cronaca

Napoli, due “contagi fantasma” al Comune: nessun atto formale

Napoli, due contagi fantasma al Comune: i casi di positività al coronavirus sono venuti a galla col passaparola e con l’autodenuncia di uno dei malcapitati su fb. Nessun atto formale al riguardo da parte di chi governa.

Napoli, contagi al Comune non comunicati

I contagi venuti a galla nella giornata di ieri hanno comportato la chiusura senza alcun preavviso per tre ore del sito sede del Consiglio con i comunali letteralmente scappati in strada. Altro elemento sospetto è che i casi di contagio in questione risalgono a molto tempo fa, per la precisione al 10 e al 20 agosto.

Il primo contagiato è un vigile urbano distaccato per un giorno a Palazzo San Giacomo dove si è spogliato e ha indossato la divisa, ma in servizio alla porta in via Verdi. Il secondo, un dipendente dell’ufficio stampa, si tratta di Edgardo Bellini che ha sede in Palazzo San Giacomo che si è autodenunciato il 30 agosto su fb. Entrambi di stanza nella sede centrale, «ma a essere sanificata è stata solo la sede di via Verdi» denuncia Agostino Anselmi della Cisl Funzione pubblica. Non c’è – dunque – un solo documento ufficiale che attesti la positività dei due dipendenti.

Articoli correlati

Back to top button