Cronaca

Lucia travolta e uccisa da auto condotta da vigile ubriaco: eseguita l’autopsia, si attende il via libera per i funerali

Il consulente tecnico incaricato dalla Procura di Nola, il medico legale Maurizio Saliva, avrà sessanta giorni per depositare la sua perizia, ma l’esame autoptico sulla salma della povera Lucia Passariello, effettuata nella mattinata di oggi, martedì 9 luglio, presso il Policlinico di Napoli, non ha fatto che confermare come la appena 27enne di Cicciano sia deceduta, all’istante, unicamente in seguito ai gravissimi politraumi riportati a causa dell’investimento di cui è rimasta vittima nella serata di venerdì 5 luglio mentre camminava a bordo strada lungo via Croce San Nicola, nel vicino comune di Camposano, accompagnando peraltro le due nipotine, salve per miracolo.

Napoli, Lucia Passariello uccisa sull’asfalto: eseguita l’autopsia

Una tragedia che ha destato commozione e sconcerto in tutta la regione, anche perché il conducente dell’auto che l’ha travolta, una Suzuki Splash, D.A.D.L, quasi coetaneo di Lucia, 26 anni, è risultato ampiamente positivo alcol test e per di più era un agente di Polizia municipale, da ultimo nel Comune di Portici.

Sempre ieri il Gip del Tribunale di Nola ne ha convalidato l’arresto disponendo per il giovane, indagato per omicidio stradale con l’aggravante della guida in stato di ebbrezza, e subito sospeso dal servizio, la misura cautelare dei domiciliari.

Alle operazioni peritali odierne ha partecipato, quale consulente tecnico per la parte offesa, anche il medico legale Luca Scognamiglio messo a disposizione da Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini a cui, attraverso l’Area manager per la Campania Vincenzo Carotenuto, si sono affidati per essere assistiti e ottenere giustizia i familiari di Lucia Passariello, unitamente all’avvocato Vincenzo Cortellessa del foro di Santa Maria Capua Vetere.

I funerali

Inizieranno invece il prossimo 16 luglio le operazioni peritali dell’altro accertamento tecnico non ripetibile disposto dal Pubblico Ministero della Procura nolana titolare del relativo procedimento penale, la dott.ssa Sarah Caiazzo, e pure questo conferito ieri, all’ingegner Gerardo Mirabelli: una perizia cinematica per ricostruire dinamica, cause e responsabilità del terribile sinistro, accertando in particolare, attraverso la disamina dei luoghi e della vettura posta sotto sequestro, la velocità a cui procedeva l’indagato e tutte le violazioni commesse. Il consulente tecnico del Pm avrà 90 giorni per presentare le sue conclusioni. Anche per questo importante accertamento Studio3A ha fornito un consulente tecnico di parte per la famiglia della vittima che seguirà tutte le attività, l’ing. Carmine Matrisciano.

Una volta ultimata l’autopsia, nelle prossime ore l’autorità giudiziaria rilascerà il nulla osta alla sepoltura e i congiunti della ventisettenne potranno così fissare la data dei funerali, a cui parteciperà il mondo.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio