Cronaca

Napoli, giudice in udienza con la tuta anti-Covid: “Se ci si ammala si muore”

Il giudice Michele Caccese svolge le udienze alla sezione locazioni del tribunale di Napoli, indossando la tuta antiepidemica

Napoli, il giudice Michele Caccese svolge da qualche giorno le udienze alla sezione locazioni del tribunale di Napoli, indossando la tuta antiepidemica, mascherina e occhialini protettivi. Caccese svolge la sua attività trattando 90-120 procedimenti al giorno, almeno due giorni la settimana e per questo motivo ha deciso di proteggersi al meglio.

Giudice in tuta anti-Covid

Il magistrato, contattato dall’ANSA, spiega che il suo non è stato un gesto provocatorio: “A marzo, nelle fase iniziali dell’epidemia, sono stato ricoverato un mese in condizioni piuttosto gravi al Cotugno. Ora la mia carica degli anticorpi è precipitata e le udienze per la convalida prevedono la possibilità di venire in aula. Ho ritenuto di utilizzare tale presidio perché nella situazione attuale degli ospedali se ci si ammala si muore. E io ritengo che tenere questi procedimenti senza misure adeguate, nell’impossibilità di razionalizzare l’afflusso, comporti un serio rischio di contagio”.

Fonte: Il Riformista

 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto